sabato, Gennaio 22, 2022

Furnari, l’Anas diventa titolare dell’incrocio di contrada San Filippo

fotonatoli1bis

Si è risolta la lunga vertenza per la titolarità dell’incrocio di contrada San Filippo di Furnari. Dopo oltre dieci anni, questa zona particolarmente pericolosa, scenario di numerosi e gravi incidenti stradali, realizzata da Rfi in occasione del raddoppio ferroviario, è passata all’Anas.

Dal 2002, a causa della burocrazia, la consegna dell’opera, passaggio essenziale per la realizzazione di una rotatoria, non era mai avvenuta, nonostante i tentativi compiuti da diverse amministrazioni nel corso del tempo. C’è riuscita quella guidata da Maurizio Crimi; coinvolgendo le istituzioni preposte, ha finalmente ottenuto un obiettivo strategico per la comunità furnarese. Dopo alcune conferenze dei servizi con Rfi ed Anas, il sindaco Crimi ha interessato la Prefettura di Messina “che da subito ha assunto una posizione chiara a favore del comune, ha esordito il primo cittadino, nella direzione della consegna dei lavori da Rfi ad Anas e nella realizzazione della rotatoria in luogo del pericoloso incrocio.”

Alcuni giorni fa è stato convocato un tavolo tecnico con la Città Metropolitana di Messina, Rfi ed Anas. In questa sede è stato formalizzato un accordo storico per la comunità tirrenica, a cui si aspirava da oltre un decennio: “Preso atto dell’avvenuta consegna del tratto di strada interessato dall’incrocio da Rfi ad Anas, ha proseguito Crimi, quest’ultimo ente provvederà a stretto giro a mettere in sicurezza l’incrocio con opportuna segnaletica e alla progettazione della rotatoria in luogo dell’attuale intersezione.“ Sarà invece la Città Metropolitana di Messina, presente al tavolo tecnico con il sindaco Cateno De Luca ed il capo di gabinetto Francesco Roccaforte, a finanziare la realizzazione dell’opera per circa 500.000 euro.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp