blank

S. Agata Militello, multe ai tifosi assembrati e senza mascherina fuori dal “Fresina”

Fioccano multe per i fedelissimi del Città di S. Agata, che in occasione del match disputato al Fresina contro il Licata, lo scorso 7 febbraio, non hanno rinunciato a vedere la partita dai terreni adiacenti il campo di gioco, oltre le recinzioni dell’impianto sportivo.

Una ventina i verbali elevati dagli agenti della Polizia del Commissariato di S. Agata Militello, guidato dal Vice Questore Gaetano Di Mauro, con i quali sono state contestate violazioni delle normative anti-Covid, per il mancato utilizzo della mascherina e la formazione di assembramenti. I poliziotti starebbero ultimando le verifiche del caso, e non si esclude che il numero dei verbali possa aumentare.

Passione sportiva piuttosto “salata”, dunque, per questi tifosi ai quali sono state comminate multe dell’importo di 400 euro ciascuna, ma che potranno essere ridotte a 280 euro se pagate entro i cinque giorni dalla notifica.

Intanto la società del Città di Sant’Agata ha proposto ricorso nei confronti degli organi di giustizia sportiva, contro la multa di 3mila euro comminata dal giudice sportivo per l’indebita presenza, sempre nella gara contro il Licata, di una cinquantina di spettatori sulle tribune ed altri 150 intorno al recinto di gioco. Per il giudice sportivo della LND gli stessi, al termine della gara avrebbero rivolto reiterate espressioni offensive e discriminatorie nei confronti degli ufficiali di gara, intimorendoli e favorendo l’intervento delle forze dell’ordine che li scortavano fuori dall’impianto sportivo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank