Coronavirus – Capizzi piange la settima vittima covid. Il sindaco “Il focolaio della casa di riposo non ha nessi con festa di dicembre”

Covid Sicilia
La settima vittima capitina del covid-19 è un’anziano ospite della casa di riposo San Giacomo, dove da giorni è in atto un focolaio. A comunicarlo via social è il sindaco di Capizzi, Leonardo Principato Trosso.
Un nostro concittadino classe 1934 non ce l’ha fatta ad aspettare che arrivasse l’ambulanza medicalizzata del 118. Ancora una volta paghiamo il prezzo dell’isolamento più volte segnalato a gran voce. In certe situazioni non si può aspettare più di un’ora affinché arrivi l’ambulanza medicalizzata” denuncia il sindaco “il tutto sotto gli occhi inermi degli operatori della postazione 118 di Capizzi, intervenuti immediatamente sul posto, ma che nulla hanno potuto fare perché privi di medico, il resto è storia ed i risultati sotto gli occhi di tutti. Se non si pone rimedio in maniera energica all’interno della casa di riposo continueremo ad assistere a questa lenta strage annunciata.
I soggetti attualmente positivi nel comune guidato dal Leonardo Principato Trosso sono 42 di cui 32 riferibili proprio al focolaio scoppiato nella casa di riposo, tra ospiti, operatori e contatti stretti. Sono 6 le persone ospedalizzate, di cui 4 ospiti della casa di riposo.
Oggi verranno effettuasti i tamponi di fine quarantena per quasi tutti i positivi, annuncia il sindaco con una nota via social “Speriamo che i risultati segnino un importante inversione di tendenza che possa dare serenità alla nostra comunità.” commenta il primo cittadino.
Per dovere di cronaca ed onestà intellettuale, ritengo doveroso infine sottolineare che nella giornata odierna alcune fonti di stampa hanno collegato il focolaio della casa di riposo (19/01/2021) alla vicenda del compleanno del mese di dicembre (20/12/2020), tale assunto risulta palesemente destituito da ogni fondamento e privo di ogni nesso logico causa-effetto” ha poi precisato Principato Trosso “Tanto più che lo screening di massa effettuato sulla popolazione (1400 tamponi su circa 3000 abitanti) dal 13 al 16 Gennaio c.a., ha evidenziato l’esiguità dei soggetti positivi individuati nel nostro centro a seguito del predetto monitoraggio.” 
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp