blank

GAL Nebrodi Plus – Domani il Webinar “Per una visione di lungo periodo nella zona rurale dei Nebrodi”

Si terrà giovedì 28 gennaio alle 16.00, su piattaforma GoToMeeting, un webinar organizzato dal GAL Nebrodi Plus per coinvolgere i cittadini, il partenariato, le organizzazioni e tutti i portatori di interesse del territorio nella costruzione di una vision della nostra area rurale per il prossimo ventennio ed essere protagonisti del nostro futuro.

È possibile partecipare al webinar attraverso il seguente link: https://www.gotomeet.me/galnebrodiplus-webinar

L’incontro rientra nell’iniziativa “Long Term Vision forRural Areas”, con la quale la Commissione Europea intende costruire una visione a lungo termine per le aree rurali con la finalità di aiutare i territori ad affrontare le loro peculiari problematiche quali il cambiamento demografico, la connettività, il rischio di povertà e il limitato accesso ai servizi.

Obiettivo del seminario è di affrontare insieme questi quattro grandi temi e raccogliere le risposte dei cittadini e di tutti i portatori di interesse operanti nel territorio che potranno dare il proprio contributo concreto e segnalare la propria visione del futuro dell’area nei Nebrodi, compilando un questionario al link https://www.menti.com/g69pn6kbj4 o
mediante QR-Code entro le ore 14.00 di giorno 27 gennaio p.v.

I risultati dei questionari saranno resi disponibili per dati aggregati nel corso del seminario e saranno inviati alla Commissione Europea in vista della conferenza virtuale, che si terrà nel marzo del 2021, e della pubblicazione a giugno 2021 di una “Comunicazione su una visione a lungo termine per le zone rurali”.

Porteranno inoltre all’elaborazione di un report articolato per ambiti territoriali e tematici (cambiamento demografico, evoluzione digitale/tecnologica, cambiamenti climatici e degrado ambientale, globalizzazione/mercati locali).

L’incontro è organizzato dal GAL Nebrodi Plus d’intesa con l’IPA-Ispettorato dell’Agricoltura di Messina e la Rete Rurale Nazionale e con la piena collaborazione della FAS-Federazione Agricoltori Siciliani e del Distretto del Cibo Nebrodi – Valdemone.

Interverranno il Presidente del Gal Nebrodi Plus, Francesco Calanna, il dott. Antonino Iuculano, Dirigente dell’Ispettorato Agricoltura di Messina, il Dott. Giuseppe Dimino, Dirigente Servizio 3 Leader Dipartimento Regionale Agricoltura, la Dott.ssa Gabriella Ricciardi in rappresentanza della Rete Rurale Nazionale. Apre i lavori il Coordinatore di Piano del Gal Nebrodi Plus, Nuccia Sottosanti.

Numerosi sono i contributi specialistici programmati sui quattro grandi temi di interesse:
Cambiamenti climatici e degrado ambientale: Domenico Barbuzza (Presidente del Parco dei Nebrodi), Salvatore Gurgone (Presidente Legambiente Nebrodi), Giuseppe Cuffari (ARPA Sicilia – Responsabile UOC Reporting Ambientale, salute & ambiente), Maria D’Amico (Presidente Amici della Terra – Club Nebrodi);

Evoluzione digitale e tecnologica: Antonino Galati (Università degli studi di Palermo – Docente Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali), Salvino Fidacaro (Responsabile del gruppo degli sviluppatori Google dei Nebrodi), Tindaro Torrenova (Amministratore TMR Servizi);

Cambiamenti demografici (compresa l’urbanizzazione): Andrea Marcel Pidalà (Urbanista – Sezione Siciliana INUIstituto Nazionale Urbanistica);

Globalizzazione /mercati locali: Giuseppe Natoli (Direttore Confagricoltura – Unione Provinciale Agricoltori Messina), Carmelo Tarantino (Direttore Coldiretti Messina), Antonio Terrasi (Presidente Ente Bilaterale Agricolo Palermo).

Coordina e modera il Direttore del Distretto del Cibo Nebrodi – Valdemone e della FAS-Federazione Agricoltori Siciliani Salvatore Giarratana.

Hanno assicurato un contributo Presidenti degli Ordini Professionali, Sindaci del territorio e diversi stakeholders, ma il contributo più auspicato è quello dei cittadini che vorranno partecipare a questo processo partecipativo ed esprimere in termini positivi la propria idea per il futuro dell’area rurale dei Nebrodi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank