lunedì, Giugno 24, 2024

Abusi sessuali su minori, la Procura di Enna apre un fascicolo nei confronti di un parroco

minori molestie

La Procura di Enna ha aperto un fasciolo nei confronti di un parroco, dopo un esposto ed alcune segnalazioni da parte di adolescenti che hanno denunciato presunti abusi sessuali da parte del sacerdote.

Sulla vicenda, riportata dall’ANSA, sono in corso indagini da parte degli investigatori della Squadra Mobile, che avrebbero già raccolto diverse versioni della vicenda.

Il parroco, che è anche insegnante di religione, avrebbe abusato dei ragazzi, quasi tutti minorenni, che erano impegnati nelle attività dell’oratorio.

Altri religiosi sarebbero venuti a conoscenza dei presunti abusi, ma avrebbero taciuto. Episodi analoghi erano stati segnalati anche alla curia di Piazza Armerina, senza ottenere alcun provvedimento se non l’allontanamento momentaneo del sacerdote dalla parrocchia.

Nel frattempo, si è espresso il vescovo della diocesi interessata dal caso. “Con riguardo a dei casi che sono avvenuti nella mia diocesi io ho sempre attivato la procedura canonica informando le autorità ecclesiastiche”, ha affermato il vescovo di Piazza Armerina, Monsignore Rosario Gisana. “Sono offeso con la Procura che avrebbe dovuto informarmi mentre io allo stato attuale non so niente. In realtà non so di chi stiamo parlando”. Sui contatti con il Vaticano, che avrebbe ricevuto una lettera da parte di una vittima e ne avrebbe chiesto conto al vescovo, Gisana ha detto che non può negare di avere avuto contatti con la Santa Sede.

“I parroci che sono venuti a conoscenza di questo non hanno taciuto e lo hanno comunicato subito. Io non ho insabbiato nulla”. Una delle vittime avrebbe seguito un procedimento canonico e non avendo avuto un riscontro alle sue dichiarazioni avrebbe deciso di rivolgersi al Papa. Su un presunto indennizzo offerto alla vittima il vescovo commenta deciso: “Noi non abbiamo offerto alcun risarcimento”

Facebook
Twitter
WhatsApp