blank

Messina in “Zona Rossa”, previsto l’aumento dei posti di controllo e il potenziamento della vigilanza

Il dispositivo di controllo già in atto a Messina per la vigilanza sul rispetto delle misure di contenimento e anti-contagio da Covid-19 sarà potenziato con 3 ulteriori posti di controllo tra Forze dell’ordine e Vigili urbani presso i principali incroci stradali nelle zone a Nord, Centro e Sud della città, mentre il pattugliamento del centro cittadino sarà incrementato grazie all’aumento del contingente di militari dell’Esercito nelle aree di piazza Duomo, piazza Antonello, piazza Cairoli e viale San Martino.

Lo ha deciso il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica della prefettura presieduto questa mattina in videoconferenza dal prefetto Maria Carmela Librizzi, con la partecipazione del sindaco di Messina e dei vertici provinciali delle Forze dell’ordine.

L’organismo si è riunito per ridefinire e coordinare i servizi di vigilanza sulle misure anti-Covid dopo che con ordinanza della Regione Siciliana Messina è stata istituita zona rossa da domani 11 fino al 31 gennaio.

I 3 posti di controllo si aggiungono ai presidii interforze già attivi presso i varchi in entrata e uscita dalla città, tra i quali i caselli autostradali, il porto storico e la stazione centrale.

Sotto controllo rispettivamente con l’intervento delal Polizia locale e della Polizia metropolitana, anche le stazioni di fermata degli autobus e le zone periferiche.

A fare la differenza, ai fini del rispetto delle misure anti-Covid, sarà comunque, ha sottolineato il prefetto, il senso di responsabilità dei singoli, con l’obiettivo comune che lega cittadini e istituzioni: contrastare l’aumento dei contagi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank