blank
I Carabinieri di Alì Terme

Mazzarrà Sant’Andrea, progetto per realizzare una caserma dei carabinieri

Ristrutturare un fabbricato comunale con l’obiettivo di realizzare una caserma dei carabinieri ed istituire in avanti una stazione dell’Arma a Mazzarrà Sant’Andrea.

Questo è l’obiettivo della giunta di Carmelo Pietrafitta, che ha  approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di demolizione e ricostruzione di un fabbricato comunale nella centrale piazza Umberto I, redatto dall’architetto Nadia Lupica Spagnolo. Successivamente lo ha inserito, tramite una variazione, nel programma triennale delle opere pubbliche anni 2020-2022. “C’è un fondo riguardante i comuni in dissesto che ci permette di accedere a risorse utili a realizzare una caserma”, ha spiegato il sindaco Pietrafitta, consapevole del fatto che nel centro dei vivai non c’è mai stata una stazione dei carabinieri. L’intervento ammonta ad oltre 980 mila euro.

L’esecutivo ha inserito poi altri due progetti redatti sempre dall’ufficio tecnico: gli interventi urgenti di sistemazione idraulica del torrente Mandrì, attraverso la realizzazione di tratto di muro d’argine sulla sponda sinistra e destra, per mettere in sicurezza le aree limitrofe del torrente, per l’importo di 997 mila euro e poi di messa in sicurezza e mitigazione del dissesto idrogeologico del letto e delle sponde del torrente Mazzarrà con il completamento dell’argine, nel tratto compreso fra le sezioni a valle del viadotto della strada provinciale 110 e il muro d’argine esistente, a suo tempo realizzato dal Genio Civile per 1.550.000 euro. I tre progetti sono stati inseriti in calce al programma triennale, che consta di ventisette interventi. Tra le priorità c’è il sistema di videosorveglianza e il restauro di Palazzo Livoti e di Palazzo Navarra-Milazzo.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp