blank

Fondi per i Ccr, “premiati” solo due comuni in provincia di Messina

Solo i comuni di Mazzarrà Sant’Andrea e Santa Lucia del Mela riceveranno fondi regionali per i centri comunali di raccolta in provincia di Messina. Questo si evince al momento dalle graduatorie pubblicate dall’assessorato regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità.

In quella degli impianti di nuova realizzazione, il comune guidato da Carmelo Pietrafitta si è classificato al decimo posto delle diciassette istanze ammesse e finanziabili. Il progetto sarà realizzato in contrada Sant’Andrea per un importo di circa 628 mila euro. Il comune dei vivai ha ottenuto due obiettivi; il primo è quello del finanziamento ed il secondo, una volta realizzato l’intervento, di istituzionalizzare la tariffa puntuale, assicurare incentivi per chi esegue correttamente la raccolta differenziata e ridurre l’importo della Tari. Il comune di Santa Lucia del Mela si è classificato al sesto posto tra le quattordici istanze ammesse e finanziabili per un progetto di adeguamento, ampliamento e potenziamento di un impianto di 430 mila euro.

Per il resto, ci sono i progetti dei comuni per i nuovi ccr – non finanziabili per mancata copertura e sono nell’ordine quelli di Forza D’Agrò, Venetico, Letojanni, Castelmola, Cesarò, Pettineo, Roccavaldina e Basicò. Infine i comuni che non hanno raggiunto il punteggio minimo di 50: Castroreale, Falcone, San Teodoro, Capizzi, Itala e Patti. Invece nell’ambito dei progetti di adeguamento e potenziamento dei ccr ci sono quelli non finanziabili per mancata copertura e sono Villafranca Tirrena e i progetti su Messina – Pistunina, Spartà, Salandra, Gravitelli, Tremonti e Giampilieri. Non hanno raggiunto il punteggio minimo di 50 i progetti dei comuni di Oliveri e Montalbano Elicona.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp