blank

Barcellona, lavori in alcuni reparti dell’ospedale “Cutroni-Zodda”

Saranno migliorati i locali dei reparti di pediatria e neurologia del corpo “B” dell’ospedale “Cutroni-Zodda”, con altri interventi previsti anche al terzo piano e poi al quarto piano nel corpo “C” della stessa struttura sanitaria.

I lavori sono stati programmati e banditi dall’Asp di Messina per una durata di duecentotredici giorni e rientrano in quelli di manutenzione straordinaria e di ristrutturazione; l’importo è di 290 mila euro. Il progetto esecutivo è stato redatto dall’architetto Tindara Vinciullo di Messina, che è anche direttore dei lavori; per il progetto esecutivo sono stati previsti 22 mila euro ed il professionista messinese se lo è aggiudicato praticando un ribasso del 55,13%, per un importo netto di circa 10 mila euro.

Il progetto prevede la sistemazione interna del reparto di pediatria al primo piano e di neurologia al quarto piano che fanno parte del corpo “B” dell’ospedale barcellonese. In questi due reparti saranno sostituiti il controsoffitto, le tubazioni, la pavimentazione e i servizi igienici e poi si procederà anche alla tinteggiatura. Nello stesso progetto c’è anche l’ultimazione di due piani che sono allo stato rustico: il terzo e poi il quarto piano del corpo “C”. Dopo che il rup geometra Luigi Cimitato ha dato l’ok al progetto esecutivo, i lavori sono stati banditi e si attende l’esito della gara d’appalto.

Sempre per quel che concerne i lavori pubblici a Barcellona, ma in questo caso riguardano il settore scolastico, la Città Metropolitana di Messina ha previsto interventi di messa in sicurezza e ripristino della pavimentazione della palestra del liceo classico “Luigi Valli” sezione associata dell’istituto di istruzione superiore “Enrico Medi”, per l’importo di circa 120 mila euro. In questo stesso plesso e poi anche all’istituto per l’agricoltura “Leonti” associato all’istituto di istruzione superiore “Enzo Ferrari” e ai plessi della città del Capo e cioè l’Itet “Leonardo Da Vinci” e all’istituto di istruzione superiore “Impallomeni”, saranno previsti interventi di messa in sicurezza per circa 42 mila euro.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank