blank

Barcellona, lavori in alcuni reparti dell’ospedale “Cutroni-Zodda”

Saranno migliorati i locali dei reparti di pediatria e neurologia del corpo “B” dell’ospedale “Cutroni-Zodda”, con altri interventi previsti anche al terzo piano e poi al quarto piano nel corpo “C” della stessa struttura sanitaria.

I lavori sono stati programmati e banditi dall’Asp di Messina per una durata di duecentotredici giorni e rientrano in quelli di manutenzione straordinaria e di ristrutturazione; l’importo è di 290 mila euro. Il progetto esecutivo è stato redatto dall’architetto Tindara Vinciullo di Messina, che è anche direttore dei lavori; per il progetto esecutivo sono stati previsti 22 mila euro ed il professionista messinese se lo è aggiudicato praticando un ribasso del 55,13%, per un importo netto di circa 10 mila euro.

Il progetto prevede la sistemazione interna del reparto di pediatria al primo piano e di neurologia al quarto piano che fanno parte del corpo “B” dell’ospedale barcellonese. In questi due reparti saranno sostituiti il controsoffitto, le tubazioni, la pavimentazione e i servizi igienici e poi si procederà anche alla tinteggiatura. Nello stesso progetto c’è anche l’ultimazione di due piani che sono allo stato rustico: il terzo e poi il quarto piano del corpo “C”. Dopo che il rup geometra Luigi Cimitato ha dato l’ok al progetto esecutivo, i lavori sono stati banditi e si attende l’esito della gara d’appalto.

Sempre per quel che concerne i lavori pubblici a Barcellona, ma in questo caso riguardano il settore scolastico, la Città Metropolitana di Messina ha previsto interventi di messa in sicurezza e ripristino della pavimentazione della palestra del liceo classico “Luigi Valli” sezione associata dell’istituto di istruzione superiore “Enrico Medi”, per l’importo di circa 120 mila euro. In questo stesso plesso e poi anche all’istituto per l’agricoltura “Leonti” associato all’istituto di istruzione superiore “Enzo Ferrari” e ai plessi della città del Capo e cioè l’Itet “Leonardo Da Vinci” e all’istituto di istruzione superiore “Impallomeni”, saranno previsti interventi di messa in sicurezza per circa 42 mila euro.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp