blank

Scuola, il ministro Azzolina: “I ragazzi sono felici di essere tornati tra i banchi. Didattica in presenza fondamentale”

E’ ancora polemica sulla scuola. Didattica a distanza o lezioni in presenza? Visto l’aumento di contagi nell’ultimo mese, ieri i Presidenti di Regione, durante la cabina di regia tra governo e gli Enti locali per il nuovo DPCM, hanno paventato come ipotesi estrema quella di tornare alle lezioni a distanza per gli studenti delle superiori, al fine di alleggerire il trasporto pubblico. Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina però ha categoricamente rifiutato questa opzione e le lezioni continueranno in presenza in classe.

A tal proposito questa mattina la Azzolina ha dichiarato all’ANSA che “I ragazzi sono felici di essere tornati a scuola. E ci devono rimanere. Anche per quelli più grandi la didattica in presenza è fondamentale perché garantisce formazione ma anche socialità, che altrimenti i giovani andrebbero a cercare altrove”.

“I numeri e le analisi dell’Istituto Superiore di Sanità ci confermano che i contagi non avvengono dentro le scuole. L’attenzione deve essere invece orientata fuori, alle attività extrascolastiche, come ribadiamo da tempo”, conclude la ministra.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank