giovedì, Ottobre 22, 2020

Al via a Militello Val di Catania la 2ª edizione della Fiera mediterranea del cavallo

Sono state la Fanfara a cavallo della Polizia di Stato e la banda musicale del Corpo forestale a inaugurare questa mattina ad Ambelia – la più antica Stazione di monta dell’Isola, a Militello, in provincia di Catania – la seconda edizione della Fiera mediterranea del cavallo promossa dalla Regione Siciliana, in collaborazione con Fieracavalli di Verona.
“Si tratta ormai – ha sottolineato il governatore Nello Musumeci – di uno dei più importanti appuntamenti nel mondo equestre del Mezzogiorno d’Italia. E’ un impegno faticoso che abbiamo assunto affinchè la Sicilia si accreditasse questo primato: quello di avere un impianto che per questo sport è tra i più prestigiosi. Adesso bisogna proseguire su questa strada per consolidare la ricaduta turistica sul territorio”.
Musumeci ha parlato anche dell’impianto palermitano della Favorita, “per il quale si sta lavorando in vista di una sua definitiva riapertura”. “La nostra Isola – ha aggiunto – punta al turismo culturale ma anche a quello naturalistico e sportivo con determinazione. Nonostante le iene e gli sciacalli noi andiamo avanti perché questa terra ha bisogno non di gente rassegnata ma di gente che  sappia avere una prospettiva futura”.
Ad Ambelia oggi erano presenti, tra gli altri, la principessa Caterina Grimaldi di Nixima, presidente dell’Istituto di incremento ippico per la Sicilia, il generale Maurizio Angelo Scardino, comandante del presidio militare regionale, il sindaco di Militello, Giovanni Burtone e altri primi cittadini del comprensorio, oltre ai rappresentanti di Fieracavalli Luciano Rizzi e Armando Diruzza.
Da oggi e fino a domenica, nell’impianto gestito dall’Istituto regionale per l’incremento ippico della Sicilia, e oggi sede del Centro equestre mediterraneo, saranno protagoniste tante razze e decine di operatori del settore per un week end che promette, anche quest’anno, di attirare l’attenzione di migliaia di sportivi, appassionati e semplici curiosi.
Un nuovo boom di presenze annunciato – l’anno scorso se ne registrarono trentamila – , che l’assessore allo Sport Manlio Messina spiega con la grande attenzione che il governo Musumeci sta rivolgendo al turismo sportivo. “Tutti appuntamenti di altissimo livello – fa notare Messina – ai quali ne seguiranno tanti altri anche il prossimo anno quando la Sicilia sarà protagonista della prima Fiera del Turismo sportivo. E’ la dimostrazione che abbiamo intenzione di sviluppare un settore che non solo porta all’Isola un grande ritorno di immagine ma sviluppa anche un indotto ampio che garantisce posti di lavoro e sviluppo economico”.
Tra le decine di presentazioni, dimostrazioni, animazioni, eventi folkloristici in programma, ci sarà spazio anche per i più piccoli che potranno partecipare a giochi e lezioni di didattica equestre cavalcando pony e asini.
“Ambelia è il luogo dove la Regione Siciliana alleva le razze isolane di cavalli e asini in via di estinzione. Un patrimonio genetico preziosissimo” ha sottolineato la principessa Caterina Grimaldi di Nixima – presidente dell’Istituto incremento ippico per la Sicilia.
Quest’anno nel rispetto della normativa anti Covid gli ingressi saranno contingentati e bisognerà registrarsi all’indirizzo:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp