giovedì, Ottobre 22, 2020

Barcellona. Eletti al Consiglio Comunale, un dubbio in Città Aperta

Con quasi 15 mila voti Pinuccio Calabrò si è aggiudicato la competizione elettorale, diventando il nuovo sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto. In Consiglio Comunale nutrita rappresentanza di Forza Italia che riesce a portare in aula, oltre all’onorevole Tommaso Calderone che ha fatto un prevedibile pieno di voti, Angelita Pino, Angelo Paride Pino e Tommaso Pino. Ottimo risultato anche per Diventerà Bellissima con Ilenia Torre, Carmelo Giunta, Agostina Recupero e Giampiero La Rosa. La Lista Azzurri per Barcellona conquista tre seggi, eleggendo Gianfranco Benenati, Carmelo Pino e Fabiana Bartolotta. Due gli eletti per Fratelli d’Italia con Melangela Scolaro e Sebastiano Miano. Stesso numero per #Noicisiamo con Giorgio Catalfamo e Antonella Lepro. Due eletti anche per Prima il Territorio con Rosario Catalfamo e Francesco Perdichizzi. Un consigliere a testa per Barcellona Pozzo di Gotto al Centro (Stefano La Malfa), Alleanza per Barcellona (Cesare Molino) e Calabrò Sindaco con Carmen Zarcone che, alla fine, ha avuto la meglio su Tindaro Grasso per un solo voto (312 contro 311). Per quanto riguarda l’opposizione, dubbio in Città Aperta con Gabriele Sidoti che potrebbe non essere stato eletto a beneficio di Federica Maio. Lo scarto è di soli due voti, ma si stanno accertando eventuali errori materiali. Chi è sicuro invece di andare in Consiglio Comunale sono Raffaella Campo e il candidato sindaco Antonio Mamì. Per il PD in Consiglio Comunale andrà David Bongiovanni. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp