blank

Falcone, interventi per azzerare i danni delle mareggiate

Neutralizzare i danni delle mareggiate sul lungomare di Falcone e ripulire i torrenti e le saie coperti dai detriti e dalla vegetazione. In questa direzione si è attivato il sindaco Carmelo Paratore, pronto a firmare due ordinanze, per neutralizzare gli ingenti danni causati dalle forti mareggiate verificatesi il 26 e 27 settembre scorsi; hanno colpito infrastrutture pubbliche poste in adiacenza al lungomare sia lato ovest che lato est – in via Amerigo Vespucci, determinando anche l’interruzione della viabilità della strada.

Poiché il ripetersi di ulteriori mareggiate comprometterebbe in maniera definitiva la transitabilità della zona in cui si trova un’avviata attività artigianale a margine del torrente Elicona – qui insiste anche un’area della cantieristica navale, il transito pedonale e la viabilità di chi passa da qui per esigenze lavorative, il sindaco si è attivato per riportare al più presto le condizioni di normalità. I lavori sul lungomare “Amerigo Vespucci” li eseguirà la ditta “Campaninoter srl” di Terme Vigliatore per l’importo di circa 15 mila euro; saranno posizionati massi naturali, in modo da proteggere la strada.

blankNel contempo sono state segnalate, sempre a causa delle mareggiate, le ostruzione alle foci delle aste torrentizie delle saje Arancia e Gurnazzo; una criticità che, combinata alla crescita delle piante infestanti negli alvei, costituisce pericolo per l’intero territorio, a rischio esondazione in caso di forti piogge. Qui invece interverrà la ditta “Astrea srl” di Giarre per l’importo di circa 10 mila euro. Si procederà allo sfalcio e decespugliamento, allo sgombero del materiale alluvionale e vegetale, rimuovendo tutti gli ostacoli che impediscono il regolare deflusso delle acque presso gli sbocchi posti in adiacenza al litorale.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank