mercoledì, Dicembre 2, 2020
blank

Giallo di Caronia – Lo sfogo di Daniele Mondello: “Perché il furgone è stato sequestrato dopo giorni?”

Si sfoga con un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, Daniele Mondello, padre di Gioele e marito di Viviana Parisi, morti lo scorso agosto nei boschi di Caronia, in circostanze ancora da chiarire.

Urla alla “vergogna” poiché l’autocarro Iveco di una ditta di manutenzioni con cui si è scontrata la Opel di sua moglie la mattina del 3 agosto scorso, nella galleria Pizzo Turda sulla A/20, sarebbe stato posto sotto sequestro ben due settimane dopo il sinistro e, prima, sarebbero stati riparati dei danni subiti nell’incidente.

L’incidente stradale, lo ricordiamo, è al centro di una perizia disposta dalla Procura di Patti, per stabilirne l’esatta dinamica, poiché immediatamente dopo il sinistro Viviana si è allontanata dalla sua Opel, portando con se Gioele, oltre il guardrail e dirigendosi verso il bosco di c.da Sorba, nel territorio di Caronia, dove poi furono entrambi ritrovati morti, rispettivamente l’8 e il 19 agosto.

Nel link qui sotto potrete vedere il video postato da Daniele nella serata di oggi.

Lo sfogo di Daniele Mondello sul sequestro del mezzo della ditta di manutenzioni, che pare sia avvenuto a due settimane dall'incidente del 03 agosto e dopo aver subito la riparazione dei danni subiti nel sinistro.

Pubblicato da AMnotizie.it su Martedì 15 settembre 2020

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp