giovedì, Ottobre 22, 2020

Sant’Agata di Militello – Positivo al Coronavirus un 19enne, era tornato da un viaggio a Malta

Anche a Sant’Agata di Militello torna ad esserci un positivo al Coronavirus. Si tratta di un 19enne, tornato da poco da Malta, dove si era recato per un viaggio insieme ad alcuni amici. Si trattava della stessa comitiva in cui poi è risultato essere positivo al Covid-19 un ragazzo di Capo d’Orlando.

Il giovane, asintomatico, inizialmente non aveva preso le dovute precauzioni e si è posto in isolamento soltanto dopo aver scopero la positività dell’amico. A comunicarlo è lo stesso sindaco di Sant’Agata di Militello Bruno Mancuso, appena venuto a conoscenze del fatto. Purtroppo il giovane ha anche partecipato ad un faló la sera del 10 agosto ad Acquedolci. Attivate tutte le procedure del caso.

“E’ giunto – Scrive Bruno Mancuso – oggi il responso di positività al Covid per un 19enne santagatese.

Il giovane faceva parte della comitiva rientrata da Malta lo scorso fine settimana e subito dopo aver appreso nei giorni scorsi della positività di un ragazzo di Capo d’Orlando, suo compagno di viaggio, si è posto in isolamento.

Tra il rientro da Malta e la notizia della positività del compagno di viaggio e quindi dell’isolamento sono però passati alcuni giorni durante i quali il ragazzo santagatese ha incontrato diverse persone ed in particolare, non presentando alcun sintomo né sospetti di poter essere positivo, si è recato la sera del 10 agosto sulla spiaggia di Acquedolci per partecipare ad un falò.

Sono già state attivate tutte le procedure del caso, di concerto con le autorità sanitarie, per sottoporre i familiari ai controlli di rito e per ricostruire la rete dei contatti del giovane.

In questo momento di particolare apprensione, si ribadisce a tutti, ed in particolare proprio ai giovani, ai fini della sicurezza personale e di ognuno, di osservare le misure di distanziamento, l’uso della mascherina e gli altri obblighi in vigore, ai fini di scongiurare la recrudescenza dei contagi che porterebbe, come già annunciato più volte dalle autorità regionali e nazionali, all’applicazione di nuove drastiche misure restrittive che sarebbero insostenibili per tutta la comunità.“

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp