martedì, Settembre 22, 2020

Caronia – Un indumento indossato dal cadavere sarebbe riconducibile a Viviana Parisi

Il cadavere irriconoscibile di una donna è stato trovato nei boschi di Caronia, a circa 500 metri dal punto in cui per l’ultima volta sarebbe stata vista, lunedì mattina, la dj Viviana Parisi, scomparsa insieme al figlio Gioele di 4 anni.

Non si può al momento stabilire un collegamento certo tra il ritrovamento del corpo e la scomparsa di madre e figlio, ma secondo indiscrezioni un indumento tra quelli indossati dal cadavere ritrovato potrebbe essere riconducibile a Viviana Parisi. Sarà comunque l’esame del Dna a dare certezze sull’identità della vittima.

Il corpo è stato rinvenuto in una boscaglia di contrada Sorba, a Caronia, dal cane Vega, unità cinofila dei vigili del fuoco. Da sei giorni squadre di vigili del fuoco, protezione civile, polizia e carabinieri sono impegnati nelle ricerche insieme ai cani e con l’ausilio di droni ed elicotteri.

Sul posto sono arrivati la polizia scientifica, il procuratore della Repubblica di Patti Angelo Cavallo, che coordina l’inchiesta sulla scomparsa di Viviana Parisi e il medico legale.
In contrada Sorba, a Caronia, sono arrivati anche il Comandante dei Carabinieri della Compagnia di Santo Stafano Camastra, Martina Perazzolo, il dirigente del Commissariato di Sant’Agata Militello, Gaetano De Mauro, e il comandante dei Vigili del Fuoco, Giuseppe Biffarella.

Poco prima delle 20 è arrivato anche il carro funebre.

Intanto, è stata rintracciata a casa di un’amica a Sant’Agata di Militello un’altra donna, anche lei di 43 anni, scomparsa ieri da Castel di Lucio, comune messinese che dista 21 km da Caronia. La scomparsa è stata denunciata ieri dai familiari. In un primo momento si stava appurando se il corpo potesse appartanere a una delle due donne. Ipotesi adesso scartata.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp