lunedì, Agosto 10, 2020

Stanziati 85 milioni di euro per gli ospedali siciliani

La Regione dà vita al più imponente investimento in tecnologie sanitarie degli ultimi dieci anni. A disposizione per gli ospedali dell’Isola ci sono 85 milioni di euro.

Su input del presidente Nello Musumeci, l’assessore alla salute Ruggero Razza ha siglato il decreto che di fatto avvia un radicale processo di innovazione e ammodernamento delle apparecchiature di media tecnologia – ecografi, microscopi, tavoli operatori, elettrobisturi, laser chirurgici, angiografi, colonne laparoscopiche, defibrillatori – in uso quotidianamente negli ospedali siciliani. Permetteranno di sostituire quelle strumentazioni ritenute obsolete e che, soprattutto in alcuni ambiti, consentiranno il prosieguo di una innovazione dell’attività clinica già in atto.

L’assessore Razza ha seguito le varie fasi del procedimento amministrative a partire dalla ricognizione condotta nelle varie strutture che ha poi determinato i fabbisogni tecnologici. Questi fondi assegnati in provincia di Messina: 4 milioni di euro all’Asp, poi al policlinico di Messina 3,3 milioni di euro, 7,7 al Papardo di Messina. Altri fondi sono andati anche a Catania 6,9 al “Garibaldi” e 3,2 al “Cannizzaro”. A Palermo 6,4 a Villa Sofia-Cervello e 8 milioni al Civico.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp