lunedì, Novembre 23, 2020
blank

Sant’Agata di Militello – Aule per Itet e Liceo, una soluzione c’è

Sant’Agata di Militello – Con qualche elemento pregiudiziale da verificarsi, ma carte alla mano,  per le classi senza aula del “Liceo Sciascia” una soluzione è stata trovata. Grazie alla piena collaborazione della dirigente prof.ssa Antonietta Emanuele, ha avuto esito positivo l’incontro riunitosi nei locali dell’ITET “Tomasi di Lampedusa”, convocato nel giorni scorsi nell’Ufficio del Sindaco dott. Bruno Mancuso, con la collega dell’ IIS Sciascia Maria Larissa Bollaci e con il Geometra Antonino Miceli, responsabile del Servizio Edilizia Metropolitana della Città Metropolitana di Messina con delega dirigenziale. A partecipare alla riunione sono stati anche: per l’ITET la DSGA e RLS Basilia Emanuele, l’RSPP Ing. Riccardo Catania e per l’IIS i collaboratori della dirigente, i docenti Giuseppe Rundo Sotera e Giuseppina Leone.

La riunione ha avuto lo scopo di individuare eventuali locali disponibili nei due plessi dell’ITET “Tomasi di Lampedusa” per ospitare le classi dell’IIS “Sciascia”, al momento in piena emergenza aule in considerazione dell’incremento del numero degli iscritti. Una nuova risorsa di alunni che si è trasformata in difficoltà oggettiva, per cui la dirigente prof.ssa Maria Larissa Bollaci aveva chiesto una soluzione agli uffici preposti. Si è trattato di un lavoro non semplice per garantire, a tutti gli studenti, il diritto allo studio, in piena sicurezza e senza alcuna diminuzione degli standard di qualità dell’offerta formativa.

Tra le problematiche riscontrate, c’è stato da risolvere anche la presenza nel plessi dell’ITET delle 3 classi del percorso del secondo livello (ex corso serale) e dei locali assegnati al punto di erogazione del CPIA (2 aule ed un laboratorio). Dalla situazione di partenza presentata dall’ing.Catania, il geom. Miceli ha proposto di valutare la possibilità di liberare delle aule del plesso Economico (fronte strada) ridistribuendo gli indirizzi attualmente lì allocati, in altri locali disponibili nei restanti piani dello stesso plesso e del plesso Tecnologico, condividendo, anche, le classi destinate ai corsi di secondo livello.

Per rendere fattibile la proposta inoltre è necessaria la collaborazione del Gruppo Bruno, proprietario dell’immobile di Sant’Agata Militello, che ha comunque già dato massima disponibilità ad adoperarsi per tutti gli accorgimenti e modifiche necessarie.

Valutata la possibilità di dare adeguata sistemazione, in condivisione con l’IIS “Sciascia”, la proposta sarà sottoposta alla condivisione del CIPIA prof.ssa Giovanna Messina.

Alla soluzione prospettata bisogna però considerare la questione “pregiudiziale” delle classi ITE di Tortorici. Le quattro classe infatti, della sezione staccata, devono avere una sistemazione nel comune di Tortorici entro l’inizio dell’anno scolastico. Da qui l’impegno dell’amministrazione comunale oricenze.

“Abbiamo prospettato la migliore soluzione possibile – afferma la Dirigente Antonietta Emanuele – per garantire il massimo confort agli alunni dell’ITET G. Tomasi di Lampedusa e del Liceo Sciascia. Abbiamo garantito l’uso di laboratori, ingresso separato, uscite di emergenza e  spazi adeguati per distanziamento fisico, come richiesto dal MIUR in questa condizione emergenziale da Covid-19 non ancora totalmente superata. Era necessario collaborare per il bene di tutti gli alunni, senza alcuna distinzione d’indirizzo e scuola. Tutte le soluzioni prospettate sono andate in questa direzione” .

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp