sabato, Settembre 26, 2020
Municipio di Barcellona Pozzo di Gotto

Barcellona, la raccolta differenziata ed il senso civico

Il passaggio al sistema della raccolta differenziata ancor oggi continua purtroppo ad incontrare sulla sua strada gli ostacoli frapposti dalla irriducibile “resistenza” all’innovazione di taluni concittadini.

Lo ha ricordato l’amministrazione comunale di Barcellona, evidenziando come la “macchina” della raccolta differenziata presenti malfunzionamenti ed alcuni aspetti vadano affinati e migliorati, come anche incontra i limiti strutturali di un sistema che non si affida totalmente alla raccolta porta a porta, ma i cumuli di rifiuti che troviamo abbandonati in numerosi punti della città ed in ogni ora del giorno, le microdiscariche e le discariche sparse per il territorio, non derivano da imperfezioni dell’organizzazione ma sono il frutto dell’inciviltà. Sono frutto di comportamenti che, oltre a costituire violazioni sanzionabili di un preciso obbligo di legge, rendono indecorosa la nostra Città – la casa in cui abitiamo – e sono irriguardosi verso tutti quelli che con senso di partecipazione civica adempiono ai propri doveri di cittadino.

Il rispetto delle regole da parte di tutti libera risorse che oggi devono essere utilizzate per rimuovere i rifiuti abbandonati sul territorio e può rendere più rapido il passaggio ad una efficiente raccolta differenziata. Al di là di ogni azione di controllo e di repressione, il senso civico resta lo strumento più efficace per assicurare l’igiene e il decoro della città. E’ un impegno minimo che deve appartenere alla quotidianità di ciascuno perché
espressione di un concreto sentimento di comunità che va al di là della facile critica e che realmente ci potrà condurre a un grande risultato collettivo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp