Capo d’Orlando – Ingrillì: “Smentisco la chiusura dei locali entro l’1.30, revocata l’ordinanza delle bevande d’asporto”

1154
Franco Ingrillì

Il sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì smentisce la notizia riguardante la chiusura dei locali notturni entro l’1.30 e anzi annuncia la revoca dell’ordinanza che vietava la vendita di bevande da asporto dopo le ore 22,00. Il sindaco lo ha annunciato alla nostra emittente.

Capo d’Orlando – Il Sindaco Franco Ingrillì smentisce la chiusura dei locali all’1:30 e revoca l’ordinanza riguardante le bevande da asporto

Pubblicato da AMnotizie.it su Venerdì 12 giugno 2020

“Da quel che leggo su qualche sito di informazione, – dice Ingrillì – dalle telefonate e dai messaggi che ricevo, credo che si sia ingenerata un po’ di confusione dopo la riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato dal Prefetto di Messina per affrontare le problematiche inerenti la movida (orari dei locali e vendita alcolici).

A tal proposito, devo precisare che a Capo d’Orlando NON sono stati presi provvedimenti che prevedono “la chiusura dei locali notturni entro l’1,30 e il divieto di vendita di alcolici da asporto dopo le 20”.

Insieme agli altri sindaci della costa tirrenica stiamo lavorando per una ordinanza “comune” che disciplini orari di apertura e di somministrazione di bevande. Proprio nell’ottica di un provvedimento omogeneo tra diversi centri della fascia tirrenica, a breve revocherò l’ordinanza che attualmente vieta la vendita di bevande alcoliche da asporto dopo le ore 22.

L’obiettivo che vogliamo raggiungere è quello di salvaguardare le attività commerciali, garantire il sano divertimento coniugando il tutto con la tutela della salute pubblica.
#osservareleregole deve essere un principio seguito da tutti per il bene di tutti.”