Movida selvaggia a Palermo – Multe e denunce. Chiusi quattro locali per 5 giorni

454

Mancato rispetto delle norme anti-Covid, giovani a gruppetti sui marciapiedi e per strada, alcuni senza mascherine. Una sorta di movida selvaggia che ha portato a sanzioni e alla chiusura per 5 giorni di quattro locali molto noti e frequentati a Palermo. I vigili urbani hanno sanzionato i gestori per un importo di 400 euro.

“Davanti ai locali – dice all’Ansa la polizia municipale – si sono registrati assembramenti con gli avventori che consumavano bevande senza rispettare la distanza interpersonale o sostavano senza alcun dispositivo di protezione. Nel corso dei controlli si sono verificate forti tensioni, tanto che gli agenti hanno dovuto chiedere l’intervento di altre pattuglie per completare le operazioni di sequestro”.

In via La Lumia il gestore di un pub si sarebbe rivolto in maniera offensiva agli agenti, facendo ritardare di oltre due ore le operazioni di sequestro: è stato denunciato per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale e per interruzione di pubblico servizio.

Non è la prima volta che agenti della polizia municipale hanno diverbi con gestori di attività commerciali per assembramenti davanti ai locali: loro sostengono di non avere potere sui clienti che sostano fuori.

Solidarietà agli agenti impegnati per la tutela della salute e della sicurezza è stata espressa dal sindaco Leoluca Orlando e dal vicesindaco Fabio Giambrone, che ricordano come “i buoni risultati raggiunti a Palermo e in Sicilia con il contenimento del virus, che qui ha causato molte meno vittime che altrove, non vanno vanificati con e da comportamenti irresponsabili e illegali”.