lunedì, Novembre 30, 2020
Salvatore Castrovinci
Salvatore Castrovinci, sindaco di Torrenova

Torrenova – Annullato il cartellone estivo 2020

Il comune di Torrenova ha deciso di annullare il cartellone estivo del 2020, a causa dell’emergenza epidemiologica che non permette di poter programmare in maniera concreta le manifestazioni estive, fiore all’occhiello del comune torrenovese in questi ultimi anni. Le ragioni sono state spiegate attraverso un comunicato.

“Com’è noto, per la nostra Amministrazione, – si legge nella nota – la programmazione del calendario delle manifestazione estive ha rappresentato, negli ultimi otto anni, la punta di diamante non solo per il nostro Comune, ma per l’intero comprensorio dei Nebrodi e oltre.
Concerti, fiere, eventi, rappresentazioni teatrali hanno attirato migliaia di persone riempiendo le nostre piazze e le nostre strade di allegria, suoni, voci e colori.
Quest’anno, purtroppo, l’emergenza epidemiologica ha inferto un duro colpo al nostro modo di vivere, e così, ci ritroviamo con dei protocolli di limitazione del rischio del contagio da rispettare.

Posti a sedere preassegnati e distanziati; numero massimo di 1000 spettatori per gli spettacoli all’aperto; misurazione della temperatura corporea agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dove si tiene lo spettacolo; utilizzo obbligatorio di mascherine anche di comunità per gli spettatori; divieto del consumo di cibo e bevande e della vendita al dettaglio di bevande e generi alimentari in occasione degli eventi e durante lo svolgimento degli spettacoli: queste alcune delle misure necessarie per ottenere licenze, autorizzazioni e quant’altro necessario per una seria e regolare programmazione di eventi.

Non solo, ma l’incertezza relativa alla gestione e all’introduzione di ulteriori prescrizioni una volta giunti al termine della validità di quelle introdotte con l’ultimo decreto impedisce una serena e precisa programmazione.

Per queste ragioni, con molta amarezza e tristezza, abbiamo deciso di “fare un salto”: una scelta sofferta, ma ragionata e soppesata anche perchè il rispetto dei protocolli porterebbe a snaturare e svuotare ogni occasione di incontro e di partecipazione.
Saltiamo, ma saltiamo già con la mente proiettata in avanti e verso la prossima estate… tutti insieme, ancora più forti, determinati, dinamici e impazienti di tornare nuovamente a regalarvi tanto spensierato divertimento!”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank