Cresce l’attesa a Palermo: domani il passaggio delle Frecce Tricolori

6939

I dieci Aermacchi MB339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale sorvoleranno Palermo domani, mercoledì 27 maggio, tra le 14:30 e le 15:30.

Le Frecce Tricolori coloreranno di verde, bianco e rosso i cieli del capoluogo siciliano, tappa del simbolico abbraccio virtuale che nel giro di 5 giorni vede protagonista tutto il Paese in segno di unità, solidarietà e ripresa.

Dopo i passaggi su Milano, Codogno, Firenze, Genova, Perugia e L’Aquila, infatti, domani i velivoli faranno tappa a Cagliari e Palermo: le frecce tricolori, per festeggiare il 2 giugno 2020, da ieri sono impegnate in un singolare programma di esibizioni nei cieli di tutta Italia, con un passaggio in 21 città, in date e orari diversi.

L’iniziativa è stata decisa dall’Aeronautica militare in occasione delle celebrazioni per il 74esimo anniversario della Repubblica italiana. Oltre a un sorvolo di tutti i capoluoghi di regione, il percorso tocca anche su due luoghi simbolo: Codogno (Lodi), prima zona rossa dell’emergenza coronavirus, e Loreto (Ancona) dove ha sede l’omonimo santuario della Madonna protettrice dell’Arma Azzurra.

Le frecce tricolori sono partite da Rivolto (Udine), quartier generale della pattuglia acrobatica nazionale, per poi girare l’Italia secondo questo programma, con gli orari indicativi di ogni passaggio che saranno via via comunicati:

  • lunedì 25 maggio 2020: Trento, Codogno, Milano, Torino, Aosta
  • martedì 26 maggio: Genova, Firenze, Perugia, L’Aquila 
  • mercoledì 27 maggio 2020:
    mattina: Cagliari (orario indicativo 10.30 – 12.40)
    pomeriggio: Palermo (ore 14.30 – 15.30 circa)
  • giovedì 28 maggio 2020: Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli, Campobasso
  • venerdì 29 maggio 2020: Santuario di LoretoAncona, Bologna, Venezia, Trieste

Le frecce tricolori saranno visibili anche dalle zone vicine ai luoghi di sorvolo e il programma di questo giro per colorare i cieli di tutta Italia si concluderà simbolicamente il 2 giugno 2020 con alcuni passaggi su Roma in occasione della Festa della Repubblica che quest’anno, a causa delle misure di contenimento del Coronavirus, non prevederà la parata ai Fori Imperiali.