martedì, Ottobre 20, 2020

Spadafora. Un inferno di fiamme e la memoria torna al 2008…

Spadafora rivive un incubo. Un incendio sta creando non poche preoccupazioni. Inizialmente le fiamme si erano sviluppate tra le frazioni di San Martino e Grangiara, ma tutto sembrava sotto controllo con il calmarsi del vento. Poi, alla ripresa del forte scirocco, che sta soffiando in zona, il fuoco si è diffuso rapidamente e adesso si è portato a ridosso del cimitero, avvicinando anche l’autostrada e la ferrovia. Sembra che una parte della collina sulla quale sorge il cimitero vecchio sia andata in fumo. Vigili del Fuoco, Vigili Urbani e volontari della Misericordia stanno lavorando alacremente per evitare che le fiamme possano avvicinarsi alle abitazioni. Sul posto anche Carabinieri e Guardia di Finanza. La lotta contro il fuoco è dura. In questo momento Spadafora si trova sotto una cappa di fumo come avvenne nel lontano maggio 2008, quando i roghi colpirono buona parte del territorio fino alla località Verdesca, provocando anche la morte di una persona. Uno scenario apocalittico quello che si sta vivendo attualmente  in paese. Il sindaco Tania Venuto ha chiesto supporto alla Prefettura, chiedendo l’intervento di un Canadair. Due punti di raccolta allestiti uno al Comune e uno presso la Misericordia.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp