Luigi Lo Cascio vince il David di Donatello come miglior attore non protagonista per “Il Traditore”

722

“Il Traditore” di Marco Bellocchio, film incentrato sulla vita di Tommaso Buscetta, ha fatto incetta di premi ai David di Donatello 2020. “Il Traditore” ha ottenuto la statuetta per il miglior film e la migliore regia. Ma anche miglior sceneggiatura originale, miglior montaggio, migliori attori protagonista Pierfrancesco Favino e non protagonista Luigi Lo Cascio.

Proprio Lo Cascio, di recente protagonista anche a Capo d’Orlando in occasione della presentazione del suo libro “Ogni ricordo un fiore” ha voluto dedicare il premio allo zio Luigi Maria Burruano, recentemente scomparso: “Volevo dedicare il premio al grandissimo attore che ci ha lasciato da poco che è Luigi Maria Burruano che è mio zio, zio Gigi, che era mio padre nei ‘Cento Passì, se ci fosse stata la sala avrebbe applaudito a questo grandissimo attore. E poi lo dedico alle centinaia di migliaia di lavoratori dello spettacolo che fanno un lavoro grandissimo anche se sono invisibili.”

Oggi tra l’altro ricorre il 42° anniversario dell’uccisione di Peppino Impastato, interpretato da Lo Cascio nel famoso film “I cento passi”.