Messina – No ai concerti di Tiziano Ferro e Ultimo nel 2021

640

C’era grande attesa e trepidazione, in tutta l’isola, per i due eventi musicali clou dell’estate. Come risaputo, però, l’emergenza Coronavirus ha imposto uno stop forzato alla musica live e il rinvio dei concerti di Tiziano Ferro e Ultimo, programmati per il 27 giugno e 15 luglio allo Stadio San Filippo di Messina.

Due eventi di enorme prestigio, che avrebbero garantito alla città peloritana un’affluenza di oltre 40.000 persone, comportando un indotto sul territorio di milioni di euro.

In tutta Italia, Regioni e Comuni stanno lavorando per garantire nel 2021 la disponibilità delle stesse strutture ospitanti di quest’anno, per non perdere il prestigio dell’evento, ma anche (e soprattutto) per non perdere il considerevole introito economico, ma dal Comune di Messina è invece arrivato il diniego allo spostamento della data.

Nella pec in cui si comunica la mancata concessione della struttura si legge che l’ente ha in corso di svolgimento la procedura di evidenza pubblica per l’affidamento in concessione dello stadio; l’aggiudicazione ad un soggetto terzo che stipulerà con il Comune una convenzione per la gestione dello stadio rendono dunque impossibile assumere vincoli contrattuali per eventi da programmarsi nel 2021.

Per il momento dunque l’unica certezza è che le società che organizzano i due concerti avevano chiesto lo spostamento al 2021, ma non è escluso che si riesca ad intervenire per risolvere il problema e che i concerti si riescano comunque a svolgere a Messina.

Giuseppe Rapisarda, organizzatore del concerto di Ultimo, rassicura chi ha acquistato il biglietto: “abbiamo già la disponibilità di altre città siciliane – dice -, e se dovesse arrivare il no definitivo da parte della città di Messina, garantiremo l’organizzazione del concerto in un’altra location”.