giovedì, Luglio 7, 2022

Da Venezia a Ustica in barca a vela nonostante i divieti. Multa per una coppia

ustica

Sfidando tutti i divieti imposti dai decreti anti-Coronavirus, una coppia di veneziani, lui 40 anni e lei 27, ha deciso di fare un viaggio in barca a vela, trasgredendo anche le norme di navigazione. Venerdì pomeriggio sono approdati ad Ustica, pensando però di essere arrivati a Lampedusa.

La storia, che ha dell’incredibile, si è conclusa al momento con un verbale dei carabinieri e il sequestro dell’imbarcazione.

L’avvistamento del natante al largo di Ustica, in un momento in cui il traffico da diporto è praticamente azzerato, aveva immediatamente creato un certo allarme.
Sul posto sono intervenuti carabinieri e guardia costiera. Alle forze dell’ordine i due hanno raccontato di essere partiti in barca lo scorso gennaio (quindi a emergenza non ancora iniziata) verso il Sud senza una meta precisa.
A epidemia scoppiata, i due non sarebbero più potuti rientrare al Nord. Una versione della storia, quella fornita dalla coppia, ancora tutta da verificare.

Intanto ai due è stato imposto l’obbligo della quarantena in una struttura messa a disposizione dalle autorità sanitarie che sottoporranno i due ai tamponi.

Facebook
Twitter
WhatsApp