martedì, Settembre 27, 2022

“Sono Papa Francesco e prego per Siracusa”, il Pontefice telefona al sindaco Italia

francesco italia papa

“Da una telefonata improvvisa e inaspettata, accolgo con emozione e mi rendo portavoce della benedizione a Siracusa che Papa Francesco mi ha personalmente consegnato”. A scrivere è il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, che domenica, intorno alle 17, ha ricevuto una chiamata dal Pontefice.

“Pronto, sono Papa Francesco e non è uno scherzo”, così è iniziata l’inattesa telefonata.
“Mai avrei immaginato di ricevere una telefonata da Papa Bergoglio – ha chiarito il primo cittadino, che non ha nascosto l’emozione del momento in cui ha realmente capito che all’altro capo del telefono c’era il Pontefice.

“Il Santo Padre ha ricevuto nei giorni scorsi una lettera particolarmente accorata di un nostro concittadino che ha esposto i problemi della città in relazione all’emergenza Covid-19 e al Papa ha chiesto di mandare una benedizione speciale per Siracusa”, ha spiegato Italia.

“Lui ha pensato di telefonarmi, una cosa incredibile, ha voluto farmi sapere che avrebbe pregato per noi”, ha detto ancora il sindaco emozionato. “Ci siamo lasciati con la promessa di preghiere reciproche – ha rivelato il sindaco durante l’intervista ad FM Italia –, non lo dimenticherò mai”.

Per il sindaco di Siracusa, questa telefonata di Francesco mostra ancora una volta “la grande umanità di questo Papa”. “Siamo tutti benedetti ad avere un Papa come Bergoglio”, ha concluso Italia.

Facebook
Twitter
WhatsApp