mercoledì, Novembre 25, 2020
blank

Spadafora. Le proposte di Futuro Giovane 2.0 per sostenere cittadini e commercianti

Il perdurare dell’emergenza coronavirus e gli effetti sull’economia al centro di due proposte avanzate al sindaco di Spadafora, Tania Venuto, dal gruppo Futuro Giovane 2.0. Con due note a firma della presidente Mara Carulli, il gruppo ha voluto accendere i riflettori sulla situazione che stanno vivendo i commercianti del centro tirrenico, ma anche il resto della cittadinanza. Futuro Giovane ha intanto chiesto la sospensione del pagamento dei tributi locali quali IMU, TARI, TASI, COSAP, CIP. A causa del blocco delle attività commerciali, chiesto anche il blocco del pagamento dei tributi locali e del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, nonché la sospensione dell’invio di avvisi di accertamento, pagamento e ingiunzioni fiscali. L’altra proposta si concentra nello specifico sulle attività commerciali per le quali – sostiene la presidente Mara Carulli – è necessario un intervento economico – finanziario per dare una boccata d’ossigeno. All’Amministrazione Comunale viene chiesto di premurarsi per concedere un contributo economico a bar, ristoranti, barbieri, parrucchieri, negozi di pesca, estetisti, artigiani e qualsiasi altra tipologia di esercizio chiusa a causa dell’emergenza coronavirus. Tutto questo sarebbe possibile “poiché la Cassa Depositi e prestiti, per l’esercizio 2020, ha esentato i Comuni che hanno contratto mutui e prestiti a versare la quota capitale, rendendo disponibili dei fondi, vincolando però l’utilizzo di queste somme a bisogni connessi all’emergenza Covid-19. Come esempio viene preso il Comune di Roccalumera che ha erogato 1000 euro per ogni esercizio commerciale costretto alla chiusura.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp