Ordinanza annullata sullo Stretto, Unione Consumatori: “Nostra vittoria, Stop a misure emesse da Sindaci-Sceriffi”

Coronavirus: sindaco Messina, 40 auto bloccano Stretto

Via libera del Consiglio dei ministri all’annullamento dell’ordinanza del sindaco di Messina Cateno De Luca sulle registrazioni obbligatorie online per chi attraversa lo Stretto.

“Una vittoria dei consumatori. Accolte in pieno le nostre tesi” afferma Mario Intilisano, coordinatore regionale dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Sin dall’inizio della vicenda abbiamo contestato l’illegittimità di quelle ordinanze. Era di tutta evidenza che il sindaco di Messina esorbitava dalle sue competenze. In un momento di confusione generale, in cui ci sono già innumerevoli provvedimenti emanati dal Governo, se si permette ad ognuno degli ottomila sindaci italiani di fare a modo suo, si rende impossibile ai consumatori conoscere le corrette regole di comportamento da adottare” prosegue Intilisano.

“Da troppo tempo i nostri 14 delegati sul territorio regionale (Agrigento, Alcamo, Canicattì, Caltanissetta, Palermo, Ragusa, Modica, Vittoria, Siracusa, Canicattini Bagni, Catania, Barcellona Pg, Torregrotta e Messina) sono costretti a districarsi su cervellotiche ordinanze contingibili ed urgenti emesse da troppi Sindaci-Sceriffi. Senza considerare, poi, i provvedimenti in tema di rimborso voli, crociere, treni e mutui.” conclude Intilisano.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp