“In Sicilia rallenta la diffusione del Covid-19”, studio statistico dell’Università di Palermo

3548

La diffusione del Covid-19 rallenta in maniera significativa anche in Sicilia. Ad oggi ci sono stati 1994 casi di positività dall’inizio dell’epidemia e ieri si sono registrati 62 nuovi contagiati, un vero e proprio rallentamento rispetto agli inizi.

Si conferma l’andamento in linea con le maggiori regioni meridionali. L’ulteriore riduzione del tasso di crescita (6.5%) lascia intravedere un possibile nuovo regime di crescita nei prossimi giorni. Il tempo di raddoppio ha un valore prossimo ai 14 giorni rispetto ai 2.6 giorni del periodo iniziale.

Ogni malato attualmente contagia mediamente meno di una persona, precisamente 0,5 (il dato di partenza era più di quattro volte superiore, cioè 2,65). A rilevarlo è il modello statistico messo a punto da un gruppo di ricercatori del dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche dell’università di Palermo, Andrea Consiglio, Vito Muggeo, Gianluca Sottile, Vincenzo G. Genova, Giorgio Bertolazzi e Mariano Porcu che ha l’obiettivo di misurare l’efficacia delle misure di contenimento e di analizzare la pressione sulle strutture sanitarie in questa fase così delicata.

Stare chiusi in casa, per quanto difficile da sopportare, sta dunque dando dei risultati molto importanti ed è fondamentale continuare a rispettare tutte le regole imposte per contribuire ad un’ulteriore diminuzione del contagio e uscire quanto prima da questa situazione.