Coronavirus – Una donna di 88 anni è la sesta vittima nel messinese

1400

La triste conta che toglie il respiro è arrivata ieri sera a sei. L’ultimo decesso, in ordine di tempo, è quello di una donna di 88 anni preceduto dalle morti di un 76enne e di un 90enne.

Notizia che giunge nel giorno dell’arrivo a Messina dell’Assessore Regionale alla Salute, Ruggero Razza. Sempre nella giornata di ieri, la casa di riposo “Come d’incanto” è stata finalmente evacuata e sarà adesso sottoposta a intervento di sanificazione.

Oltre agli anziani già colpiti dal Covid-19, altri ventotto tamponi sono risultati positivi, per un totale di 63, con il trasferimento degli anziani al Papardo e al Cutroni Zodda. Gli anziani negativi al tampone sono stati trasferiti in una Rsa. E da qui è partita la visita messinese dell’assessore Razza, ringraziando il Comune di Messina per le attività messe in piedi a sostegno degli anziani. Poi una visita alla casa di cura Cristo Re, dove sei pazienti positivi erano già stati accertati e altri quattro ne sono stati riscontrati.

I nuovi positivi al coronavirus rimarranno ricoverati in un percorso sicuro e isolato con personale apposito, i ventuno risultati negativi saranno fatti rientrare a casa con tutti gli accorgimenti del caso.

Oggi intanto dovrebbe essere completata la sanificazione al Neurolesi dei Colli Sarrizzo, dove nei giorni scorsi si era aperto un focolaio. Come evidenziato dallo stesso Assessore Razza adesso sarà importante capire come siano avvenuti i contagi e valutare altre misure di contenimento.