Controlli anti-Covid, ferito in uno scontro il Comandante dei Carabinieri di Sinagra

9605

Durante l’attività di controllo del territorio, nell’ambito delle direttive sugli spostamenti imposte dal decreto del Presidente Conte, nella giornata di mercoledì il Maresciallo Maggiore Roberto Ruzzi, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Sinagra, è rimasto ferito in uno scontro con un uomo di mezza età.

L’uomo era stato fermato dai Carabinieri per un normale controllo, ma alla richiesta di compilare l’autodichiarazione sullo spostamento, è andato in escandescenze, alzando la voce e spintonando il Maresciallo Ruzzi.

Durante il tentativo di ammanettamento dell’uomo, a causa di una spinta, il fermato è precipitato sul Comandante, che ha riportato conseguenze ed è stato ricoverato all’ospedale di Sant’Agata Militello.

L’uomo è stato arrestato in flagranza per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali e si trova adesso ristretto agli arresti domiciliari.

Sia l’amministrazione comunale sinagrese, guidata dal sindaco Nino Musca, che il gruppo consiliare di opposizione “Valorizziamo Sinagra”, hanno espresso solidarietà e vicinanza al Maresciallo Ruzzi, vittima di uno spiacevole e deprecabile episodio durante lo svolgimento del servizio di controllo del territorio, che ne ha causato danni fisici con conseguente ricovero ospedaliero.

Il sindaco e la minoranza hanno augurato al Maresciallo una pronta guarigione.