Lo sfogo social di De Luca approda sul New York Times e sul The Guardian

5086

Le reazioni del sindaco di Messina Cateno De Luca e di altri amministratori italiani, tutti infervorati contro chi esce di casa per motivi futili durante l’emergenza covid-19, hanno superato i confini italiani, arrivando perfino oltreoceano.

I video dei sindaci, arrabbiati per chi sottovaluta la situazione e viola le norme stabilite dal decreto nazionale, circolavano già in questi giorni su diverse pagine social, fino a che un utente twitter ha poi deciso di montarli assieme in una breve compilation, aggiungendo i sottotitoli in inglese. Il video è diventato virale con otre 150 mila tweet e 50 mila ricondivisioni. Tra gli utenti che hanno apprezzato la clip ci sono: il New York Times, che ha deciso di inserirlo nella newsletter del proprio sito web e il The Guardian, che lo ha pubblicato sul suo canale youtube.

I protagonisti dello show social erano, in ordine di apparizione: il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Messina Cateno De Luca, il primo cittadino di Bari Antonio Decaro, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, il primo cittadino di Lucera Antonio Tutolo ed infine il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.

Come potevano passare inosservate le frasi ad effetto del presidente campano Vincenzo De Luca? La minaccia “vi mando i carabinieri con il lanciafiamme”, rivolta a chi avesse intenzione di organizzare feste di laurea, è ormai balzata su ogni media.  Anche la super modella inglese Naomi Campbell ha deciso di condividerlo sul suo profilo Instagram, accompagnato dal commento “Listen America Listen!” (ascolta America, ascolta).

Per non parlare della dura risposta del sindaco messinese Cateno De Luca contro chi non rispetta la quarantena, avvisando i suoi cittadini che tanto “vi becco domani! Non tra un anno, ma domani!”, con l’accurato sottotitolo “I’m gonna catch you tomorrow! not in a year…but tomorrow!”.