Coronavirus, prosegue l’attività della Caritas di Patti per i più poveri

505

A seguito delle nuove disposizioni restrittive della Presidenza del Consiglio dei Ministri per arginare il contagio e la diffusione del coronavirus in Italia e a seguito delle disposizioni del nostro Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco, gli uffici della Curia resteranno chiusi fino al 3 aprile 2020.

“Pur con tutte le cautele e la prudenza del caso – scrive la Caritas Diocesana di Patti in una nota –, è chiaro che non possono venir meno i servizi essenziali a favore dei poveri che la Caritas assicura a livello diocesano e parrocchiale.
Pertanto, la Caritas Diocesana di Patti, nel rispetto delle indicazioni impartite dal Governo, proseguirà con la distribuzione degli alimenti alle diverse Parrocchie ed Associazioni (Organismi Partner Territoriali) che hanno aderito al Programma Operativo I FEAD di distribuzione di aiuti alimentari agli indigenti.”

“Le strutture affiliate che desidereranno ricevere i prodotti Agea potranno contattare telefonicamente gli operatori della Caritas Diocesana preposti a questo servizio per concordare giorno ed orari in modo da evitare assembramenti.

Esortiamo, pertanto, i tantissimi volontari caritas a proseguire con le consuete attività di distribuzione nelle proprie comunità e a promuovere o sostenere, qualora fosse possibile, iniziative di vicinanza agli anziani soli e agli ammalati.

Invitiamo, altresì, i volontari caritas incaricati al trasporto delle merci, a compilare e portare con sé la documentazione necessaria che abbiamo inviato per e-mail (autocertificazionee atto di delega) e ad informare preventivamente le autorità locali (Sindaci, forze dell’ordine, realtà associative di protezione civile operanti sul territorio, ecc…) che potrebbero offrirvi suggerimenti o soluzioni alternative per il trasporto e la distribuzione dei prodotti cosi da agevolare il vostro servizio.”