blank

Coronavirus – Tensione a Messina per i ritorni da Madonna di Campiglio, De Luca: “La città deve sapere”

Non si placa lo stato di agitazione di tantissimi messinesi sul caso della comitiva che nei giorni scorsi si è recata a Madonna di Campiglio per la “Settimana bianca” e che, una volta rientrati, non hanno denunciato il loro arrivo alle autorità preposte, né tantomeno si sono messi in quarantena. “Clima di omertà, tra loro anche medici, saranno denunciati. Siamo in contatto con la Questura di Trento per verifica generale” – è il commento del sindaco Cateno De Luca.

Non intendo far diffondere il virus a causa della mala burocrazia! – continua De Luca – Ancora qualcuno intende fare il reticente con i cavilli burocrati?

La città deve sapere quanti soggetti della settimana bianca a Madonna di Campiglio sono risultati infettati ed hanno omesso di mettersi in quarantena contagiando altri.

Nella mia qualità di massima autorità locale di sanità ho il diritto di sapere quanti e chi sono questi balordi per tutelare la mia comunità dalla diffusione. Ho ordinato all’Asp di mettere a disposizione delle sezione di polizia giudiziaria della polizia municipale la banca dati dei soggetti che si sono messi in quarantena!Ho denunciato all’autorità giudiziaria quanto abbiamo appreso chiedendo un intervento immediato!

Ora vedrete che qualcuno dirà che non è competenza mia e nel frattempo certi criminali continuano ad infettare la città! State a casa e non uscite!”

Attivato il link sul sito del comune di Messina per compilare il modulo di censimento coronavirus: https://comune.messina.it/censimento-coronavirus/

Per info: 090- 22866. Numero verde 800300303. Whatsapp 366 9396404. Mail: protezionecivile@comune.messina.it”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank