Milazzo, raccolta dei rifiuti a rilento per garantire la salute del personale

213
Oggi il Comune di Milazzo ha avvisato i cittadini che la raccolta dei rifiuti richiederà più tempo del previsto. In questa fase di emergenza Coronavirus servono i dispositivi per garantire la salute del personale addetto alla raccolta dei rifiuti.
«In ottemperanza ai protocolli nazionali a tutela della sicurezza dei lavoratori, tutte le ditte, anche quelle che svolgono servizi essenziali come i rifiuti, devono provvedere di concerto con le Istituzioni a reperire tutto il materiale necessario a garantire la sicurezza. In mancanza del quale il servizio potrà subire inevitabili ritardi perché la salute dei lavoratori viene prima di ogni altra cosa». A dirlo sono le segreterie messinesi di Fp Cgil e Uiltrasporti, in campo a monitorare la difficilissima situazione che sta riguardando il comparto rifiuti in tutta la Sicilia.
«Per quanto riguarda il comune di Milazzo – spiegano Carmelo Pino e Michele Barresi – ci risulta che su sollecitazione delle organizzazioni sindacali le parti datoriali stiamo provvedendo ad attivare i protocolli necessari e si stia provvedendo a reperire tutti quei dispositivi in questo momento fondamentali per la tutela degli operatori. Ci auguriamo che il rallentamento della raccolta, già segnalato a Milazzo così come in altri Comuni della provincia, possa risolversi in breve tempo ma perché questo avvenga serve la sinergia di Gestori e Istituzioni. Fermo restando che è diritto dei lavoratori operare in sicurezza per la loro salute, è importante sottolineare, concludono Fp Cgil e UIltrasporti, che indipendenti dei servizi ambiente stanno prestando il loro lavoro con spirito di abnegazione, garantendo una delle attività indispensabili per la comunità».