blank

Dopo la diffusione della bozza “decreto coronavirus”, fuga da Milano in auto e treno

Nella serata di ieri la bozza del nuovo decreto legge contenente misure stringenti per alcune aree del Nord Italia per contrastare la rapida diffusione del coronavirus è stata diffusa.

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani nazionali, diverse centinaia di persone si sono riversate in stazione Garibaldi, a Milano, da dove partono i treni regionali e gli Intercity Notte per le Regioni del Sud. In molti sarebbero riusciti a salire sull’ultimo treno per Salerno. In stazione Centrale, invece, ieri sera c’è stato un via vai di gente più intenso rispetto ai giorni precedenti. In molti, infatti, si sarebbero presentati per chiedere informazioni sui treni in partenza oggi. Questa mattina in Stazione Centrale, non ci sarebbe ressa, secondo quanto riportato da Ansa, ma in molti hanno deciso di partire dopo la firma del decreto da parte del governo. Una vera e propria fuga dalla zona off limits.

Scrive Repubblica ieri sera: “Arrivano notizie di molti residenti al Sud, temporaneamente a Milano, che – saputo del rischio di rimanere bloccati a lungo in Lombardia – hanno deciso di lasciare in auto il capoluogo lombardo. E arrivano anche notizie di famiglie in questo momento divise tra il capoluogo lombardo e le località di villeggiatura in Liguria o in Valle d’Aosta, con persone che si mettono in viaggio per raggiungere il resto dei congiunti e riportarli a Milano, prima che la Lombardia diventi ufficialmente “zona rossa”.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank