lunedì, Settembre 21, 2020

Coronavirus, la camera di commercio di Messina attiva uno sportello d’emergenza per le imprese

Emergenza coronavirus e danni all’economia e alle imprese locali, non solo nel comparto turistico. E’ questa la preoccupazione della Camera di commercio di Messina che ha attivato un apposito Sportello per le imprese, operativo a partire da domani, per la segnalazione di eventuali criticità ed emergenze. Le imprese potranno contattare gli operatori via mail al seguente indirizzo: emergenzacovid@me.camcom.it, oppure al numero telefonico 090/7772203-287.

«La Camera di commercio non intende soccombere di fronte alla drammatica crisi economica che, in quest’ultimo periodo, sta attanagliando le imprese, a causa delle inevitabili conseguenze dovute alla situazione di emergenza sanitaria nella quale versa l’Italia per il diffondersi del Coronavirus». Così il presidente dell’Ente camerale, Ivo Blandina, che aggiunge: «Il turismo italiano, com’è tristemente noto, è in ginocchio. Voli cancellati e prenotazioni disdette sono all’ordine del giorno in Sicilia, dove insistono i due poli turistici più importanti della provincia messinese. Il comparto turismo, subisce e subirà ingenti ricadute negative. Ma anche la ristorazione, i servizi, i trasporti e il commercio non sono indenni, al contrario accusano un danno prospettico importantissimo».

L’Ente camerale assicura piena vicinanza e massimo supporto alle aziende, impegnandosi sin d’ora per porre in essere tutti quegli atti di propria competenza finalizzati a sensibilizzare la componente politica affinché adotti misure economiche di sostegno non solo per le filiere turistiche, ma per anche per le altre filiere produttive. «Siamo in emergenza su più fronti – prosegue Blandina –  servono interventi mirati per il Sud e massima sinergia tra enti e istituzioni».

L’Ente camerale ritiene urgenti e improcrastinabili per il turismo misure specifiche, oltre che una mobilitazione straordinaria dei piani promozionali per l’export e della diplomazia commerciale per tutelare il made in Sicily. «E’ essenziale – precisa il presidente della Camera di commercio – estendere le misure già adottate per il Nord, anche per le aziende del Messinese».

«Questo momento di stasi può essere l’occasione per ripensare le strategie di sviluppo del nostro territorio – dichiara la segretaria generale, Paola Sabella – individuando gli asset dai quali ripartire per recuperare quanto si sta perdendo e per programmare azioni di pronto rilancio dell’economia territoriale».

L’Ente camerale ha predisposto una nota indirizzata a Unioncamere Sicilia e a Unioncamere nazionale, con la quale si chiede appoggio e condivisione alla linea d’intervento che la Camera di commercio intende portare avanti, oltre che contributi e misure atte a ridurre l’impatto fortemente negativo dell’epidemia sull’economia della provincia.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp