Amministrative, candidato sindaco donna per il centrodestra a Barcellona?

943
L'ex assessore Ilenia Torre e il consigliere Antonietta Amoroso

L’attesa quadratura del cerchio sulle candidature a sindaco a Milazzo e Barcellona, alla fine, non è arrivata.

E così chi si aspettava che, dall’incontro di ieri tra le forze di centrodestra, uscissero fuori i nomi dei candidati sindaci unitari della coalizione è rimasto a bocca asciutta. Il raggiungimento di un accordo sembra infatti lontano e sarà necessario che qualcuno faccia un passo indietro.

Dal canto loro, Forza Italia e Lega hanno provato a rilanciare sul nome dell’avvocato Pinuccio Calabrò su Barcellona e quello di Damiano Maisano su Milazzo.

E mentre le altre forze hanno proposto un azzeramento di tutti i nomi sul tavolo delle trattative, a Barcellona Diventerà Bellissima ha proposto il nome dell’ex Assessore Ilenia Torre. Sul fronte dell’area Lagalla è invece spuntato il nome del consigliere comunale Antonietta Amoroso, ma non si esclude una possibile convergenza proprio sulla Torre. Quello che è certo è che al momento non si ha un nome comune sul quale puntare.

Per quanto riguarda il centrosinistra, in un incontro pubblico oggi pomeriggio il movimento Città Aperta farà un bilancio sui cinque anni dell’Amministrazione Materia, che ritiene un fallimento, che ritiene un fallimento, ritenuta un fallimento.

A Milazzo, intanto, Pippo Midili rilancia sui social la sua candidatura e i suoi programmi da candidato sindaco, mentre il consigliere comunale Gaetano Nanì ha presentato il simbolo di Alleanza per Milazzo e ne ha delineato anche i principali punti programmatici.