Capo d’Orlando, appello delle rsu su stipendi e salario accessorio

165

L’Amministrazione Comunale di Capo d’Orlando trovi le soluzioni per garantire la corresponsione dello stipendio mensile ai propri dipendenti; e gli uffici, dal canto loro, procedano con urgenza alla costituzione dei fondi per il salario accessorio relativi agli anni 2015/2019.

Questo l’appello dei rappresentanti delle rsu Massimo Bontempo, Maria Fiorello, Giuseppe Sergio Leggio, Salvo Rizzo, Salvatore Esposito, Massimo Liuzzo, Salvatore Lazzaro, Antonino Longhitano, Giuseppe Lanza Cariccio, Antonello Lanza, Mario Merlino ed Antonino Pizzino, inviato al sindaco Franco Ingrillì. I rappresentanti sindacali hanno evidenziato come la perdurante situazione economico finanziaria del comune non consenta la regolare corresponsione degli stipendi e l’adeguamento delle retribuzioni; ad oggi poi non sono stati definiti i contratti integrativi decentrati per gli anni 2015, 2016, 2107, 2018, 2019, a causa della mancata costituzione dei relativi fondi di salario accessorio. Una situazione che le rsu considerano anomala e che potrebbe determinare l’instaurarsi di contenziosi ai danni del comune.

Se è vero che le risorse ci sono, si devono impegnare il 31 dicembre di ogni anno e soprattutto si devono costituire i fondi. Con l’entrata in vigore del nuovo contratto per il triennio 2016 – 2018 è necessario anche un ricalcolo dei fondi di salario accessorio. Per questi motivi le rsu hanno invitato l’amministrazione comunale paladina a trovare le soluzioni per garantire la corresponsione dello stipendio mensile ai propri dipendenti; gli uffici, dal canto loro, dovranno procedere con urgenza alla costituzione dei fondi per anni 2015/2019, convocando la delegazione in tempi certi. In caso di mancato riscontro le rsu assumeranno tutte le iniziative per la tutela dei diritti dei lavoratori.