blank

Estorsione e stalking ai danni di una ex, arrestato pregiudicato di Tortorici

Non si era arreso alla fine di una storia e a fini intimidatori e ritorsivi utilizzava le proprie conoscenze nell’ambito della criminalità organizzata e mafiosa di Barcellona per far percepire alla donna di essere in serio e costante pericolo di vita.
Minacciata perfino di morte la vittima, cui l’uomo, un pregiudicato di Tortorici, ha fatto recapitare una corda annodata a mo’ di cappio, esasperandola a tal punto da superare le paure e denunciarlo.

Con l’accusa di estorsione e stalking pluriaggravati ai danni della ex, i poliziotti del Commissariato di Capo d’Orlando hanno dunque tratto in arresto e condotto in carcere l’uomo, vicino a noti boss mafiosi, tortoriciani e barcellonesi.

Partendo dalla denuncia della donna, gli inquirenti sono riusciti a ricostruire l’intera vicenda, consistita in una lunga serie di minacce, danneggiamenti, aggressioni verbali e fisiche ai danni della vittima.

Da quando la donna aveva intrapreso una frequentazione con un altro uomo, si era accentuato l’accanimento dell’arrestato, che la pedinava e addirittura monitorava gli spostamenti della sua auto con sistemi gps.

Ripetuti gli episodi di violenza fisica e psicologica seguiti da atti intimidatori di natura estorsiva: la donna veniva costretta a non recarsi più sul posto di lavoro, nel barcellonese, in quanto senza la sua “protezione” non avrebbe più potuto lavorare.

L’uomo infatti faceva espresso riferimento a “persone che contano nell’ambito criminale”, capaci di avere il controllo del territorio di Barcellona, in cui la vittima non era più gradita dopo l’affronto fattogli. Anzi, avrebbe dovuto lasciare immediatamente il posto di lavoro ad altri, indicati dagli stessi “amici” di Barcellona.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato condotto presso la casa circondariale di Barcellona a disposizione dell’Autorità competente.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank