sabato, Ottobre 31, 2020

Ancora tempo primaverile nel weekend, Febbraio inizia col sole

Altro che giorni della merla! Il mese gennaio si è concluso all’insegna del bel tempo e anche febbraio inizierà con temperature prettamente primaverili. In queste ore, infatti, un campo di alta pressione si sta rafforzando sull’Europa occidentale incentrandosi fra Spagna e Algeria e convogliando, al contempo, un flusso di aria calda che nei prossimi giorni, dal continente africano, affluirà verso il bacino del Mediterraneo facendo così salire la temperatura su valori decisamente al di sopra della media del periodo e dando seguito all’anomalia che ha contraddistinto il primo mese di questo nuovo anno.

Ma scendiamo nel dettaglio previsionale, per capire meglio cosa potrebbe attenderci nell’imminente weekend: già dalla giornata di oggi assisteremo ad un aumento termico con cielo in prevalenza poco nuvoloso e venti per lo più deboli, provenienti dai quadranti meridionali. Sabato e domenica le condizioni meteorologiche si manterranno pressocchè invariate rispetto ai giorni precedenti e si differenzieranno solo per un lieve aumento termico, soprattutto nei valori massimi.

Questa variazione termica in salita si farà sentire ancor di più ad inizio della prossima settimana quando, fra lunedì e martedì, le massime diurne raggiungeranno un po’ ovunque, sulla costa tirrenica e nelle aree interne meridionali, valori prossimi e localmente superiori ai 20°C, sempre all’insegna di cieli sereni o tutt’al più poco nuvolosi, accompagnati talvolta da qualche parziale velatura.

Un cambio radicale dello scenario meteorologico sul Mediterraneo potrebbe avvenire, invece, intorno a mercoledì 5 febbraio, quando sull’Italia potrebbe farsi strada un affondo freddo di origine siberiana che, transitando dapprima sull’Adriatico, potrebbe poi raggiungere il meridione, Sicilia compresa, presumibilmente nella seconda metà della prossima settimana. Su questa previsione, però, data la distanza temporale, i meteorologi sono ancora molto cauti e ci ricordano che questa ipotesi al momento ha ancora un’affidabilità molto bassa.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp