domenica, Settembre 20, 2020

27enne uccide la ex amante 48enne e la figlia di lei e si suicida

Dramma nella notte a Mussomeli, nel nisseno.

Un giovane di 27 anni ha sparato e ucciso Rosalia Mifsud, 48 anni, più grande di lui di 21 anni, con la quale aveva avuto una breve relazione, perchè non voleva rassegnarsi alla fine della storia, prima di uccidere anche la figlia di lei e di suicidarsi con la stessa arma, regolarmente detenuta.

È la ricostruzione dei Carabinieri, che conducono le indagini sulla tragedia.

L’omicida è Michele Noto, 27 anni, che aveva un porto d’armi sportivo; le due vittime sono Rosalia Mifsud, di 48, e la figlia di lei Monica Di Liberto, di 27 anni, avuta da un precedente matrimonio.

Dopo la mezzanotte Noto avrebbe sfondato la porta dell’abitazione delle due donne, in via Santa Maria Annunziata, e avrebbe aperto il fuoco prima verso la 48enne e poi verso la figlia di lei. A quel punto avrebbe rivolto la pistola verso di sé uccidendosi.

A scoprire i corpi senza vita l’altro figlio della donna, che ha chiamato i soccorsi, ma ormai era troppo tardi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp