Capo d’Orlando, il dado è tratto. Come cambia il consiglio comunale

1466

Il dado è tratto. Domani a mezzogiorno sarà ufficializzata la nuova giunta del comune di Capo d’Orlando. Tramite una conferenza stampa infatti, presso la stanza del sindaco Franco ingrillì, sarà diramato il nuovo esecutivo, che si attendeva ormai da tempo.

Ben prima delle dimissioni del vicesindaco Gierotto, arrivate lo scorso 17 dicembre, che nonostante gli appelli del sindaco ha deciso di mantenere ferme le sue posizioni, si parlava di questo cambio di giunta.

Dalle ultime indiscrezioni, che domani saranno rese ufficiali, ad affiancare gli assessori Aldo Sergio Leggio, che diventerà vicesindaco, e Andrea Paterniti, saranno Edda Triscari e Fabio Colombo. A restare fuori sarebbe dunque Sara La Rosa, che ieri il sindaco ha ringraziato pubblicamente per il lavoro svolto. L’esperienza dell’assessore La Rosa si può comunque considerare positiva, nonostante tutte le difficoltà finanziarie del comune.

A succederle dovrebbe essere Fabio Colombo, della lista Orlandina, che dovrebbe lasciare il posto da consigliere comunale al primo dei non eletti, ovverosia l’avvocato Francesco Origlio.

Al posto di Edda Triscari, invece, dovrebbe subentrare Gianfranco Timpanaro di Città Futura, già presidente del consiglio comunale nella quarta legislatura Sindoni.

Il sindaco è comunque intenzionato ad aumentare il numero degli assessori a cinque, ma lo statuto deve prima essere approvato dal consiglio comunale. In caso di risposta favorevole lo scranno dovrebbe andare a Enza Giacoponello di Partiamo da Capo, con conseguente arrivo in consiglio comunale di Monica Lanza Volpe.