Patti, rinvio a giudizio per stalking un 45enne

436

Avrebbe inviato all’ex moglie reiterati sms; poi telefonate anonime anche di notte da cabine telefoniche di Torrenova e Sant’Agata Militello, fatti che sarebbero accaduti a Capri Leone nel 2016.

Una lunga serie di atti persecutori che sono stati vagliati dal gup del tribunale di Patti Ugo Domenico Molina; il giudice ha rinviato a giudizio un uomo di 45 anni, di Rocca di Capri Leone all’udienza del 15 aprile 2020; l’uomo è difeso dall’avvocato Maurizio Calogero La Rupe.

L’ex moglie si è costituita parte civile con l’avvocato Antonella Marchese. Secondo l’accusa, che contesta all’imputato il reato di stalking, l’uomo avrebbe inviato alla ex moglie numerosi messaggi; oltre ai messaggi ci sono state le telefonate anonime anche nelle ore notturne da cabine telefoniche con riferimenti agli orientamenti sessuali della donna.

Una telefonata fu addirittura indirizzata anche all’avvocato Antonella Marchese, avvocato difensore della parte offesa, nonché anche ad amici dell’ex moglie. Dopo questi ripetuti comportamenti il 10 marzo 2017 la donna si è rivolta al commissariato di Sant’Agata Militello per presentare una denuncia; tra le fonti di prova anche una trasmissione di esito di indagine del commissariato di Capo d’Orlando, il decreto di acquisizione dei tabulati telefonici e di sequestro probatorio del 10 giugno 2017. Il processo inizierà il 15 aprile prossimo davanti al giudice monocratico Maria Luisa Gullino.