Carta Europea del Turismo, la nuova scommessa del Parco dei Nebrodi

337

Sala convegni gremita al Castello Gallego di S. Agata Militello per il primo forum sulla Carta Europea del Turismo Sostenibile dei Nebrodi, organizzato dal Parco dei Nebrodi, che ha avviato l’iter per ottenere questa importante certificazione, rilasciata da EuroParc.

Obiettivo della carta è creare una stretta collaborazione tra soggetti pubblici e privati per sviluppare una strategia comune ed un piano d’azione per lo sviluppo turistico, tutelando il patrimonio naturale e culturale e promuovendo il miglioramento della gestione del turismo nell’area protetta a favore di ambiente, popolazione locale, imprese e visitatori. Ad aprire il forum il Sindaco Bruno Mancuso, seguito da Carlotta Previti, assessore del Comune di Messina, che ha portato i saluti istituzionale del sindaco della Città Metropolitana Cateno De Luca.

I lavori, la cui introduzione è stata affidata al Commissario del Parco, Luca Ferlito, ha visto le relazioni di Maurizio Sarà dell’Università di Palermo, Chiara Parisi del Parco dell’Aspromonte, Sara Zappini del Parco dello Stelvio e Filippo Grasso dell’Università di Messina, seguiti da una nutrita serie di interventi da parte esponenti delle associazioni pubbliche e private che svolgono un ruolo preminente nella valorizzazione ecosostenibile del territorio.

I lavori, moderati dalla giornalista Rossana Franzone, si sono conclusi con l’intervento del Presidente della Federazione Italiana Parchi e Riserve naturali Giampiero Sammuri.  Emblematica poi la presenza tra il pubblico, costituito da operatori del settore turistico ed autorità, degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Brolo e di S. Agata di Militello.