Capo d’Orlando, ambulanze senza medico a bordo. Protesta Ingrillì – VIDEO

3555

A Capo d’Orlando le autoambulanze del 118 risultano senza medico a bordo. La mancanza di medici specializzati sta penalizzando non poco alcuni turni di servizio del primo soccorso.

E’ già scattata la protesta di cittadini ed istituzioni, con in primo piano il sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì che afferma: «Si tratta di un provvedimento inaccettabile che pregiudica un servizio essenziale di prima emergenza e per questo abbiamo già contattato l’Asp, senza però ottenere le risposte sperate.

Ma non ci fermeremo, perché riteniamo intollerabile, per una città come Capo d’Orlando e per un vasto territorio come il nostro, non avere un servizio di 118 completo e pienamente funzionale alle esigenze della comunità. Il passaggio immediato sarà quello di chiedere, insieme ad altri colleghi sindaci, l’intervento dell’assessore regionale alla salute, Ruggero Razza. La richiesta sarà semplice, ma ferma: il ritorno senza tentennamenti e ritardi dei medici sulle ambulanze del 118. Non si può risparmiare a discapito della vita delle persone».

La struttura del 118 di Capo d’Orlando è necessaria per un territorio vastissimo, essendo la città tirrenica ubicata proprio al centro dei Nebrodi. Per non parlare dell’aumento esponenziale della popolazione durante il periodo estivo, data la presenza di tanti turisti e villeggianti che vengono a passare le vacanze a Capo d’Orlando.