sabato, Maggio 28, 2022

Crisi Politica a Capo d’Orlando, la minoranza: “Si è giunti ai titoli di coda”

I consiglieri Micale, Mangano e Gazia
I consiglieri Micale, Mangano e Gazia

Il vice sindaco Cristian Gierotto, nonché assessore patrimonio, beni culturali, servizi esterni, servizi cimiteriali, autoparco, fognatura e all’acquedotto, ha presentato le dimissioni.

Il passaggio è avvenuto ieri sera. Clamoroso a Palazzo Europa, ma non tanto, viste le fibrillazioni dei giorni scorsi avvenute soprattutto all’interno della maggioranza. Che questo avvenimento sia un fulmine a ciel sereno o no, di fatto apre una ferita profonda nell’esecutivo di Franco Ingrillì.

Il sindaco di Capo d’Orlando ha risposto subito alle dimissioni del vice sindaco, invitandolo a continuare: “Non deve essere l’amarezza del momento a farci commettere questo errore, non ci si deve arrendere. Ti assicuro che la maggioranza dei cittadini del nostro paese comprende la bontà del nostro operato. I problemi non mancano, ha concluso Ingrillì, ma sono convito che appellandoci al senso di appartenenza e di responsabilità da parte di tutti, ci chiariremo anche all’interno di una maggioranza che è consapevole di non poter rinunciare a quanto di buono fatto sino ad oggi.”

L’opposizione ancora non ha commentato le dimissioni di Gierotto, ma con i consiglieri Renato Mangano, Alessio Micale e Sandro Gazia è andata all’attacco sulla pesante situazione economica in cui versa il comune: “Possiamo affermare di essere di fronte ad un’amministrazione, che anno dopo anno, ha agito alla cieca, ignara delle grandi responsabilità di cui è portatrice e dei drammatici riflessi economici e patrimoniali sulle famiglie e sugli imprenditori; non è un’esagerazione affermare che si è giunti ai titoli di coda e che il default è ormai dietro l’angolo.”

Facebook
Twitter
WhatsApp