Mareggiate nel weekend: gravi danni a Gioiosa, Barcellona e Sant’Agata

1470
mareggiate

La violenta mareggiata che ha flagellato il litorale di San Giorgio di Gioiosa Marea ha messo in serio pericolo la frazione, causando quello che si era sempre temuto. Era infatti prevedibile l’allagamento del centro abitato attraverso il mare, che si è fatto strada entrando dal canale di scolo in direzione della piazza Tonnara.

E questo è puntualmente accaduto. Il mare ha portato con se la sabbia, che ha intasato i tombini, mandando in tilt il sistema fognario, determinando l’allagamento di strade e piazze. Le attività commerciali ne hanno risentito, perché, per tutto il giorno, l’acqua è stata “padrona” di tutti gli ingressi. Pur con questa inevitabile e prevedibile criticità, il presidente del comitato “Borgo Marinaro San Giorgio” Adelina Di Perna, ricordando la tempistica inaccettabilmente lunga adottata dall’ufficio tecnico per redigere il progetto parziale di ripascimento, ha ringraziato l’assessore Gabriele Buttò che, trovandosi sul posto, si è prontamente attivato e, facendo intervenire la ruspa, si è riusciti ad arginare il canale e quindi un eventuale ulteriore ingresso del mare.

Anche il litorale di Barcellona ha pagato dazio ed è stato soprattutto il tratto di spiaggia di Spinesante, tra le zone di Calderà e Cantoni. Alla prossima mareggiata, se non saranno adottati i dovuti provvedimenti, il mare andrà ad infrangersi sui muri delle abitazioni localizzate sulla litoranea e chissà quali altri danni potrà provocare. Senza avere più ostacoli, né pennelli, né massi, tra venerdì sera e sabato mattina, il mare ha invaso quel breve tratto di spiaggia che era riuscito a salvarsi; ha raggiunto facilmente la strada, sospinto dal vento. In brevissimo tempo la pista pedonale, quella ciclabile, panchine ed altre strutture ricettive, sono state coperte dall’acqua.

Anche a Sant’Agata Militello le mareggiate hanno provocato danni sul lungomare di Sant’Agata Militello, invadendo la strada con detriti e rifiuti. Ne hanno fatto le spese un tratto di marciapiede nell’area parcheggi di piazzale Impastato e la struttura di un lido balneare.